E.S.C.O. (Energy Saving Company)

Le Società di Servizi Energetici sono in grado di effettuare l’Audit Energetico e di implementare le soluzioni emerse a valle dell’Audit stesso (link al servizio di audit energetico). Una tipologia di queste, di particolare interesse per le PMI (Piccole e medie Imprese), sono le E.S.Co. (Energy Service Company) che offrono soluzioni d’efficienza energetica ripagandosi con i risparmi d’energia realizzati, “preservando” l’imprenditore dal rischio inerente all’adozione di tecnologie e tecniche d’avanguardia e dalla loro ripercussione economica e finanziaria sull’impresa stessa.

Le E.S.Co., o società di servizi energetici, sono soggetti specializzati nell’effettuare interventi nel settore dell’efficienza energetica, sollevando in genere il cliente dalla necessità di reperire risorse finanziarie per la realizzazione dei progetti e dal rischio tecnologico, in quanto gestiscono sia la progettazione/costruzione, sia la manutenzione per la durata del contratto (compresa usualmente fra i cinque ed i dieci anni). L’Energy Service Company opera ristrutturazioni energetiche finalizzate ad accrescere l’efficienza energetica, ovvero a ridurre il consumo di energia primaria a parità di qualità dei servizi finali. In questo modo, oltre a ridurre le emissioni di anidride carbonica si riducono le spese di combustibile. I notevoli risparmi economici che si riescono a ottenere vengono utilizzati per ammortizzare i costi d’investimento. Gli investimenti sono effettuati dalla E.S.Co., mentre il cliente continua semplicemente a pagare, per un numero di anni prefissato contrattualmente, gli stessi costi energetici che aveva prima dell’intervento di ristrutturazione. I risparmi economici di quegli anni saranno incassati dalla E.S.Co. che in questo modo rientra dalle spese sostenute e ottiene i suoi utili.

 

QUALI SONO I VANTAGGI PER L’UTENTE FINALE?

  • L’assenza o la riduzione dei rischi finanziari e l’eliminazione di quelli legati alle prestazioni dell'impianto;
  • l’opportunità di realizzare interventi anche in mancanza di risorse finanziarie proprie ed in presenza di difficoltà nel reperire finanziamenti esterni, ovvero la disponibilità di risorse interne per altri compiti;
  • la liberazione dalle problematiche connesse alla gestione e manutenzione dell’impianto, che viene affidata a soggetti specializzati;
  • la possibilità di conseguire benefici energeticoambientali importanti, tenuto conto del fatto che i profitti della E.S.Co., in presenza di un contratto ben realizzato, sono proporzionali all'efficienza dell’impianto;
  • la disponibilità di risorse interne da destinare ad altri impieghi.

 

L’Energy Service Company è un’impresa che finanzia, sviluppa e installa progetti rivolti al miglioramento dell’efficienza energetica nelle imprese ed al mantenimento dei costi relativi alle attrezzature installate a tal scopo.

 

I TRE PRINCIPI DELLA E.S.CO.

 

1. LA E.S.Co. VIENE REMUNERATA IN BASE AL RISPARMIO CONSEGUITO (Performance Contracting)
Colonna portante dell’attività di un’impresa di tipo E.S.Co. è il “Performance Contracting”. La E.S.Co. viene remunerata tramite tutto o parte del risparmio ottenuto dal cliente, e questo meccanismo permette la nascita, accanto al classico mercato dell’energia, di un vero e proprio mercato dell’Efficienza Energetica, in cui il bene oggetto di scambio tra venditore e consumatore è, appunto, il Risparmio Energetico. L’obiettivo della E.S.Co. (realizzare profitti) e quello del cliente (realizzare risparmi) convergono in un unico sforzo, ed ogni azione della E.S.Co. è finalizzata alla massimizzazione dell’efficienza energetica presso il cliente. Le due parti raggiungono i propri obiettivi in momenti successivi: per prima la E.S.Co., che realizza i profitti nel periodo contrattuale; poi il cliente, che realizza i risparmi in prevalenza nel periodo successivo alla conclusione del contratto.

 

2. LA E.S.CO. FINANZIA O PROCURA IL FINANZIAMENTO PER IL PROGETTO
Uno degli aspetti più innovativi e promettenti di una E.S.Co. è la possibilità di offrire un servizio globale a “costo zero” per il cliente. Infatti, nonostante i progetti richiedano in genere notevoli investimenti iniziali, la E.S.Co. si impegna a: • coprire il costo iniziale dell’installazione; • coprire i costi dei servizi annessi all’installazione; • coprire i costi di gestione, manutenzione, monitoraggio, verifica, per tutta la durata del contratto. La E.S.Co., dunque, si occupa di reperire il capitale necessario ad effettuare l’investimento e a recuperarlo secondo diverse modalità di finanziamento, in particolar modo attraverso il Finanziamento Tramite Terzi (FTT) nel caso di piccole-medie realtà e attraverso il Contract Energy Management nel caso di grandi imprese e Pubbliche Amministrazioni. Il cliente, da parte sua, ripaga i servizi forniti dalla E.S.Co. tramite la cessione parziale o totale del risparmio ottenuto rispetto alla spesa energetica media pre-intervento. In sostanza, la E.S.Co. non fa altro che calcolare la media storica delle bollette energetiche di un certo numero di anni (in genere 10) e fissa un canone pari o inferiore a tale valor medio; in base al canone, viene valutato il tempo di payback dell’investimento e, se questo risulta accettabile, la E.S.Co. fa la sua proposta al cliente. Raggiunto l’accordo, la E.S.Co. si sostituisce alla utility e diventa di fatto la fornitrice di energia del cliente; questo, in luogo del pagamento della classica bolletta energetica, verserà alla E.S.Co. il canone dovuto, senza alcuna spesa aggiuntiva e per tutta la durata del contratto di servizio.
Per il cliente, ciò si traduce in alcuni evidenti vantaggi:

  • investire in Efficienza Energetica senza impegnare capitale proprio;
  • abbattimento dei costi di manutenzione (compresi nel canone);
  • radicale diminuzione dei costi di approvvigionamento di energia nel periodo successivo al contratto.

Grazie a questo meccanismo dell’auto-finanziamento, quindi, il risparmio energetico diventa appetibile anche per l’utente che non dispone di capitali da investire, o che non è disposto a rischiare in proprio.

 

3. LA E.S.Co. GARANTISCE AL CLIENTE IL RISPARMIO ENERGETICO
Il “risparmio garantito” è l’impegno che la E.S.Co. si assume nei confronti dell’investitore quando, a valle dell’Audit Energetico e degli studi di fattibilità tecnicoeconomici, propone al cliente il proprio progetto di efficienza energetica. Il cliente ha possibilità di scegliere la fonte di finanziamento, che può essere la stessa E.S.Co. o un soggetto terzo (ad esempio, una banca, un istituto di credito o un ente erogatore di fondi pubblici), e la garanzia del raggiungimento di un dato livello di risparmio costituisce una base fondamentale per l’avvio dell’intervento, pena il rischio di fallimento per l’intero progetto. È chiaro che il “risparmio garantito” diventa indispensabile se l’investitore è una parte terza: essa, infatti, non accetterà mai di assumersi i rischi economici di un progetto che non presenta le dovute garanzie di successo. I contratti in cui la E.S.Co. garantisce le prestazioni dell’impianto mentre il cliente si assume il rischio finanziario nei confronti dell’investitore vengono definiti “guaranteed savings”. Attraverso questo meccanismo, dunque, è il cliente ad affidarsi ad un terzo soggetto, sottoscrivendo, per esempio, un prestito. La E.S.Co., invece, è tenuta a garantire solo un determinato livello di rendimento, sulla base del quale percepirà il suo compenso; poiché il risparmio è garantito, in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi, sarà la stessa E.S.Co. a dover corrispondere la differenza al cliente.

Per Ulteriori approfindimenti vedere il documento AUDIT ENERGETICO ed E.S.C.O.